La mia carriera

Filippo Mambretti è nato a Como il 21/02/1981.

Frequenta il Liceo artistico B.Luini di Cantù, durante gli anni del liceo ha il privilegio di incontrare, durante una visita al Clac di Cantù, Bruno Munari che fa nascere in lui la passione per il design e la progettazione.

Diplomatosi si iscrive alla facoltà di Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano dove consegue la laurea triennale in “Design per l’arredo” e in seguito la laurea magistrale in “Forniture Design”.

Durante l’ultimo anno di università ha il piacere di iniziare l’attività professionale per un breve periodo presso lo Studio Italo Rota, in seguito collaborerà con il Designer Francesco Murano, con lo studio MayDayDesign, e con lo studio elvetico SpheraDesign.

Nel 2008 fonda con due soci lo studio MakiStyle per cercare di creare una reale innovazione nel campo del design, della comunicazione e del progetto, ne esce nel 2010 per entrare nel 2011 come socio nello studio svizzero SpheraDesign.

Docente e professionista nel campo del design di prodotto e della progettazione di interni vincitore di innumerevoli premi di design tra cui Infiniti Design Contest 2011, Castelli Design Contest 2012 e Autoprogettazione 2.0. 

Attualmente oltre a dedicarsi all’attività di docente presso la SSS_AA , la CSIA ed il Politecnico di Milano, dirige lo Studio di design Mambrò Design Studio con sede a Chiasso, attivo sia in Svizzera che in tutta Europa, grazie alla viva collaborazione con diverse realtà dell’industria del design del prodotto e della progettazione architettonica.

Si sta diplomando come Responsabile della formazione professionale presso lo IUFFP.”

Il design, non è nient’altro che lo specchio della società per cui esso viene sviluppato, e quindi noi progettisti, disegniamo dei mezzi di consumo del futuro cercando di farlo con estetica ed intelligenza, per fare accrescere il valore esperienziale, estetico e funzionale dei prodotti, legandoli allo stile di vita ed alla percezione moderna della società cercando di ampliare la percezione del sentimento estetico, fondendolo con le innovazioni tecnologiche e funzionali che descrivono l’evoluzione umana. La mia visione del design moderno è una fusione calibrata di estetica, funzione, tecnologia ed emozione.”

Morosini Projects